Posted in World Wide Music

Tokami – Schwarz Kain

Nella scena musicale indie di Tokyo, “Tokami” è una delle poche band che si affermata ed è ancora attiva. La musica è pesante e aggressiva,…

Continue Reading...
Posted in World Wide Music

Benoît Delbecq/François Houle – Because She Hoped

Il pianista parigino Benoît Delbecq ed il clarinettista canadese François Houle collaborano nuovamente dopo 10 anni. “Because She Hoped” rappresenta uno sforzo esplorativo convincente per…

Continue Reading...
Posted in World Wide Music

Gene Ess – A Thousand Summers

Gene Ess rielabora alcuni classici della musica americana e si avvale di musicisti di talento come Kneeland Thomson al contrabbasso, Gene Jackson alla batteria, James…

Continue Reading...
Posted in World Wide Music

Charlie Haden and Hank Jones – Come Sunday

Ho ascoltato “Come Sunday” in cuffie. Il volume era quello giusto. Ho chiuso gli occhi e mi sono lasciato trasportare lontano. Ho immaginato di essere…

Continue Reading...
Posted in World Wide Music

Carmen Lundy – Changes

Carmen Lundy ha una gran bella voce ed è capace di dare una grande interpretazione anche su pezzi banali. Carmen Lundy è decisamente più brava…

Continue Reading...
Posted in World Wide Music

Marshall Gilkes – Sound Stories

Marshall Gilkes è un trombonista di grande talento e grazie al sassofonista Donny McCaslin, al pianista Adam Birnbaum, al bassista Yasushi Nakamura ed al batterista…

Continue Reading...
Posted in World Wide Music

Darius Jones Quartet – Book of Mae’bul (Another Kind of Sunrise)

Darius Jones, il pianista Matt Mitchell, il bassista Trevor Dunn e il batterista Ches Smith, danno vita ad un album maturo che esprime grande energia…

Continue Reading...
Posted in World Wide Music

Mary Stallings – Don’t Look Back

Signori e Signore vi presento una vera “Jazz Lady”: Mary Stalling che ha alle sue spalle oltre 50 anni di musica… di grande musica. Una…

Continue Reading...
Posted in World Wide Music

Jill Barber – Mischievous Moon

Ecco come reinventarsi e riuscire a pubblicare un album un po retrò ma decisamente interessante. La folksinger canadese Jill Barber è riuscita sapientemente, mediante le…

Continue Reading...