Il Pretesto – Distratta-mente, la recensione (non distratta…mente…)

Ve lo dico senza mezzi termini, la band romana IL PRETESTO è una band “con i contro cazzi”! Siamo su indieurbanmusic.news e le parolacce quando non sono un’offesa posso essere “sparate” senza paura! ALKA Record Label, colpisce ancora nel panorama indie con le uscite di qualità.

Distratta-mente è un lavoro “caotico”, nel senso che rappresenta la voce interiore del caos di questa società, persa nelle distrazioni.

“Fiori di Fenice”, vede la chitarra funky protagonista, da “sturbo” il ritornello. “Gente distratta”, è un bel pezzo di pop elettronico. Elettronica e funky si mescolano molto  nel pezzo “Condanna”. “Novembre”, con le sue sonorità mi ha fatto pensare ai pezzi “made in Britain” .

“Distratta-mente” è un lavoro che mi ha convinto per le sonorità, i testi e l’interpretazione. Il mio voto è 9. Non ho dato 10 altrimenti i ragazzi de IL PRETESTO si montano la testa.

Share:

Author: Yoshito Higashi

Appassionato di musica e cinema, residente in Italia da diversi anni, è originario del Giappone. Attualmente vive a Pescara