Quattro chiacchiere con Dj Aladyn

Cosa ti ha spinto verso la musica?
Ricordo che da bambino i miei genitori ascoltavano molta musica, e spesso mi portavano in locali, balere, discoteche.
Ho dei ricordi offuscati di quel periodo, pero’ mi ricordo bene l’attrazione per quel personaggio che faceva ballare la gente con i vinili, che stava li’ da solo in questa specie di astronave, sempre un po’ nascosto al buio, lo vivevo come un supereroe.

Raccontaci un po’ del tuo percorso artistico…

Tutto incomincio’ con il primo giradischi sl1200 technics comprato nel 1990.
Tantissime ore chiuso in cameretta a provare, studiare questa magica arte.
A quei tempi non esisteva internet, solo vhs delle gare DMC (Campionati di scratch mondiali), guardavo fino allo sfinimento x capire…
Poi sono arrivare le prime serate, gare nazionali, finali mondiali con la mia crew Men In Skratch, il tour con Jovanotti, Radio Deejay, il primo album “Fili Invisibili”, remix, collaborazioni….Non mi sono più’ fermato

Cos’è la musica per te?
La musica è il sottofondo della mia vita, è emozione, un distacco dalle pressioni della vita, è creatività’, arte, linguaggio, sentimento, riesce a farti vedere il mondo in maniera diversa.
E’ un mezzo che riesce a unire popolazioni diverse, cancella le distanze, può’ essere un messaggio di pace.
Sono tanti i benefici che la musica può’ apportare al nostro corpo a livello mentale, fisico e spirituale.

Parliamo della tua musica…
Nasce tutto da un fine settimana di fine 2019, mentre andavo a fare una serata ho notato su Instagram un messaggio di Silvia, Meus, in cui mi mandava dei suoi pezzi sui quali mi chiedeva un parere. Mi ha subito colpito la sua voce, così nel giro di poco tempo ci siamo poi conosciuti e in poco più di un mese le ho mandato la base di ‘Paradise Lost’. Non è passato molto prima che fosse finito.
In questo periodo di pandemia ho passato molto tempo in studio, ho avuto dei momenti di smarrimento, altri di grande ispirazione.
Sto vivendo questo momento come un’opportunita’di crescita, sempre alla ricerca del suono perfetto

Progetti futuri?
Prossima uscita sarà un vinile verso aprile con Dj Gruff, poi prima dell’estate un singolo con Raphael.
Nel frattempo sto lavorando all’ album che uscirà’ a fine anno o inizio 2022.

Perchè i nostri lettori dovrebbere ascoltare la tua musica?
Cerco di costruire la mia musica come un artigiano, dove i suoni che nascono nella mia piccola bottega non seguono le mode, le regole delle classifiche o la frenetica rincorsa ai numeri delle visualizzazioni.
Faccio tutto con molta sincerità’ e dedizione.
Buon ascolto

Share:

Author: Yoshito Higashi

Appassionato di musica e cinema, residente in Italia da diversi anni, è originario del Giappone. Attualmente vive a Pescara